Rhodesian Ridgeback

Chanda e Belita in Jefa foto di Matteo ricci
Chanda e Belita in Jefa foto di Matteo Ricci

Rhodesian Ridgeback

Si dice spesso che il cane sia il migliore amico dell’uomo, qui parliamo specificatamente di Rhodesian Ridgeback. In questo caso però diventa il migliore amico della donna, mio compagno fedele del video di “Jefa“. Chanda (si è una femminuccia) è un cane crestato della Rhodesia. La particolarità di questa razza è il “ridge“, la cresta sul dorso formata da pelo che cresce in direzione opposta al resto del mantello. Non a caso il Rhodesian Ridgeback è anche chiamato “The Lion Dog“, il cane leone, perché usato per dare la caccia ai grandi felini.

Chanda in Jefa
Chanda in Jefa

Un cane territoriale

Nel corso del tempo i compiti di questa razza hanno spaziato tra la guardia della proprietà e degli animali da allevamento e la protezione della famiglia e dei bambini. Più importante fra tutti era la caccia mirata a prede selvatiche, tra cui proprio i grandi leoni da cui prende il fiero appellativo.

Chanda e Belita in Jefa foto di Fabio Ricci
Chanda e Belita in Jefa foto di Fabio Ricci

Perché Chanda.

Chanda, oltre per l’affascinante storia della sua razza, è stata scelta per le sue linee eleganti, il portamento fiero e i suoi non indifferenti 40 chili di stazza che trasmettono a pieno il messaggio del potere femminile. Malgrado la mole importante e lo sguardo fiero e predatore, Chanda è stata davvero bravissima e si è comportata perfettamente senza mai abbaiare o agitarsi. Nonostante non abbia ricevuto alcun tipo di addestramento mirato ad eventi o shooting del genere, anche lei come ogni comparsa presente in scena ha rispettato educatamente la scaletta della giornata.

Chanda un Rhodesian Ridgeback
Chanda un Rhodesian Ridgeback foto di Fabio Ricci

Grazie ai proprietari

Merito di questo è sicuramente stata l’educazione perfetta con cui i suoi padroni, amorevoli e pazienti, hanno cresciuto la nostra Chanda. Colgo quindi l’occasione per ringraziare Paola Alberi e Massimo Taddei per aver messo a disposizione del mio progetto una così perfetta compagna di riprese. Questa conoscenza non sarebbe stata possibile senza l’aiuto di Barbara Amato Belli, che si è impegnata per creare questo prezioso contatto. Al quale aggiungo un altro grazie!

 

Leave a Reply